Zenato
Veneto

La sfida del Lugana e dell’Amarone

Due volti e una Cantina, si potrebbe dire. L’expertise della Casa vinicola Zenato abbraccia due produzioni venete d’eccellenza: il bianco Lugana e il rosso Amarone. Al fondatore Sergio Zenato va riconosciuto il merito di essere stato il primo a valorizzare il vitigno autoctono Trebbiano di Lugana, trasformandolo in un bianco dall’appeal internazionale. La famiglia Zenato ha deciso di puntare anche sulla Valpolicella classica, acquisendo i 35 ettari della Tenuta Costalunga. Qui, in un susseguirsi di dolci colline, le uve tipiche Corvina, Rondinella e Oseleta, danno vita a etichette pluripremiate come il Ripassa, il Recioto, il Cresasso e l’Amarone, ambasciatore nel mondo dell’eccellenza enologica made in Italy. Durante Vinitaly si è tenuta una storica verticale che ha permesso di toccare con mano la capacità evolutiva dell’Amarone Riserva Sergio Zenato attraverso le vendemmie 1990, 2003, 2005, 2009 e 2011, mentre l’annata 2006 è stata selezionata da Wine Spectator tra i 100 migliori vini italiani protagonisti di Opera Wine. Nel 2018, per celebrare la storia d’amore, cura, dedizione tra Zenato e la Valpolicella è nata anche la collezione Archivio Storico Zenato, avviata con l’Amarone 2008. www.zenato.it
Zenato
Nadia Zenato

Sergio Zenato, Lugana Riserva Doc 2016
Le uve provengono dal Podere Massoni, il vigneto più vecchio e storico dell’azienda. Il fondatore ha creduto fin da subito in quest’uva e
ha deciso di affinarla in legno per esaltarne la longevità


Amarone della Valpolicella Classico Docg 2015
Complesso, elegante, vellutato: nasce dalla selezione delle migliori uve dei vigneti di Sant’Ambrogio. Blend elegantissimo di Corvina (80%), Rondinella (10%), Oseleta e Croatina (10%)


Cresasso, Veronese Corvina Igt 2013
Corvina veronese in purezza da suoli calcareo-morenici, ricchi di scheletro e creta. È un rosso di estrema raffinatezza ed equilibrio, con un’ottima struttura, adatto al lungo invecchiamento