Torrevento
Puglia

La rivincita del Tacco d’Italia

Vini di un’alt(r)a Puglia. Lo slogan di Torrevento è una dichiarazione d’amore alla propria terra e rimarca la scelta di valorizzare le potenzialità enologiche del Tacco d’Italia: gli autoctoni della zona di produzione pugliese “più alta”, le colline di Murgia e di Castel del Monte. La storia di Torrevento comincia nel 1948: Francesco Liantonio, (nonno omonimo dell’attuale presidente) di ritorno dagli Usa dove era emigrato nel 1913, acquista un antico monastero in pietra del ‘500 e 57 ha di vigne in contrada Torre del Vento, a 6 km dal castello federiciano. Oggi Torrevento quale ambasciatore dei vini di Puglia controlla vigneti per 500 ha nelle aree più vocate. Il merito è aver creduto nelle potenzialità del Nero di Troia, vinificandolo per la prima volta in purezza con l’annata 1992. Territorio, uomo, prodotto ma anche sostenibilità, ricerca, qualità sono le triadi su cui si basa la filosofia aziendale e attorno a cui ruota l’intera attività. Torrevento si è conquistata il Premio speciale Gambero Rosso 2019 “Viticoltura Sostenibile” e il rosato Veritas Docg è capofila di un innovativo progetto di blockchain: il QRcode mostra la tracciabilità - certificata - dal vigneto alla bottiglia. www.torrevento.it
Torrevento
Alessandra Tedone, export manager

Veritas, Castel del Monte Bombino nero Rosato Docg 2018
Rosato dall’ammaliante bouquet di piccoli frutti rossi, che affina in acciaio per almeno 4 mesi. In bocca è equilibrato, fresco, rotondo. La sua notevole versatilità si presta a molti abbinamenti gastronomici


Since 1913, Puglia Primitivo Igt 2016
Un Primitivo di rara eleganza, armonico e sfaccettato che ricorda l’anno dell’imbarco per New York del fondatore. Da piante ad alberello pugliese, affinamento in barrique per 6 mesi, stoccaggio in vasche di cemento o acciaio e bottiglia.


Vigna Pedale, Castel del Monte Rosso Riserva Docg 2015
Preziosa Riserva di Nero di Troia dalle colline più vocate della contrada Pedale. Affinamento in legno francese per 18 mesi, stoccaggio in vasche di cemento o acciaio e bottiglia. Un rosso di grande corpo, armonico, con sentori speziati