Tenuta di Fiorano
Lazio

Agli albori del taglio bordolese

La Tenuta di Fiorano di Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi è un’azienda ricca di fascino e di capacità interpretative di un terroir molto particolare, doti che hanno contribuito ad alimentare il mito di vini come il Fiorano Bianco e il Fiorano Rosso. Terreni che si estendono su una superficie di circa 200 ettari compresi tra il Parco dell’Appia Antica e le pendici dei Colli Albani e caratterizzati da una matrice vulcanica. L’intrinseca fertilità di questi terreni è preservata da una conduzione agronomica lungimirante attuata sin dagli inizi dell’avventura vitivinicola dei Boncompagni Ludovisi a Fiorano, e che è stata ulteriormente valorizzata da Alessandrojacopo. Una conduzione biologica che corrisponde a una bellezza incantata e quasi ferma nel tempo - sebbene la tenuta si trovi a pochi chilometri dal centro storico di Roma - che racchiude al suo interno i 12 ettari di vigneto dai quali nascono i suoi quattro vini: ai due Fiorano si sono aggiunti i Fioranello Bianco e Rosso. Stesse uve e una vinificazione in cantina che si differenzia solo per la ricerca di una bevibilità più vicina alla vendemmia, mentre i due progenitori hanno un percorso più lungo che ne accentua la grande capacità di invecchiamento. www.tenutadifiorano.it
Tenuta di Fiorano
Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi

Fioranello Bianco, Lazio Igt 2018
Da uve Viognier e Grechetto, il Fioranello è stato concepito da Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi che ha voluto affiancare alle sue etichette più blasonate un’espressione più giovanile dei vigneti


Fiorano Bianco 2016
Viognier e Grechetto danno vita a questo vino ottenuto dalla fermentazione in botti di rovere di Slavonia da 1.000 litri, maturato per 12 mesi nelle stesse e, dopo un affinamento in bottiglia, per 6 mesi in grotte naturali


Fiorano Rosso 2013
La più vecchia bottiglia di taglio bordolese italiana, etichettata e reperibile oggi sui mercati, è un Fiorano Rosso 1956. Oggi il vino matura per almeno 30 mesi in botti di rovere di Slavonia, cui seguono 2 anni in bottiglia