Mastroberardino
Campania

Missione Irpinia

Un impegno imprenditoriale di famiglia che prosegue da 10 generazioni e fa della Cantina Mastroberardino di Atripalda una delle più antiche realtà vitivinicole della Campania. Ieri come oggi la missione aziendale è una sola: valorizzare le uve dell’Irpinia per produrre monovarietali dal carattere autentico e fortemente territoriale, facendoli conoscere e apprezzare in tutto il mondo. Aglianico, Fiano, Greco, Falanghina, ma anche Piedirosso e Coda di volpe sono al centro di un meticoloso lavoro di ricerca e sperimentazione che ha permesso di recuperare e rilanciare i biotipi più antichi e dai caratteri migliori, salvaguardando la biodiversità per accrescerne il potenziale qualitativo. Il legame indissolubile tra presente e passato, eredità e modernità si rivela anche nel Museo d’Impresa Mastroberardino Atripalda (MIMA) inaugurato il 15 maggio. Si tratta di un’esposizione permanente allestita presso le antiche cantine di famiglia e articolata in tre sezioni/intervalli storici, nel periodo compreso tra il 1700 il 1945. Attraverso numerosi documenti, lettere e immagini d’epoca sono state ricostruite le vicende personali e professionali di Angelo e Michele Mastroberardino, avi del presidente Piero. www.mastroberardino.com  
Mastroberardino
Piero Mastroberardino

Novaserra, Greco di Tufo Docg 2018
Selezione dalle migliori vigne della tenuta di Montefusco, intorno ai 550 metri di altezza con terreni silicio-calcarei. Il terroir unico conferisce al Greco eleganza e una straordinaria complessità organolettica


Stiléma, Fiano di Avellino Docg 2015
Le uve vengono da vigneti situati tra Montefalcione e Manocalzati, la cui ricchezza dei terreni esalta struttura, freschezza e mineralità. Il primo nato del progetto Stilèma, per il recupero dell’antico stile delle varietà irpine


Radici, Taurasi Riserva Docg 2012
Interprete prestigioso della viticoltura irpina, è stato prodotto per la prima volta nel 1986 dopo una ricerca lunga e accurata su esposizione, composizione chimico-fisica e giacitura dei terreni