Castello di Querceto
Toscana

120 anni attraverso 4 generazioni

A Castello di Querceto, sulle alte colline chiantigiane nella zona di Dudda, di proprietà della famiglia François dal 1897, da qualche anno è in atto un passaggio soft alla quarta generazione. Da Carlo a Tito, da Alessandro a Simone e Lia, oltre 120 anni di tradizione vitivinicola che hanno reso Castello di Querceto una delle aziende leader nella produzione del vino Chianti Classico, e non solo. «Nell’ottica del recente ringiovanimento del management», ci spiega Alessandro François, che resta ancora oggi a tutti gli effetti, insieme alla moglie Maria Antonietta Corsi, il deus ex machina dell’azienda, «si sono volute affidare maggiori responsabilità di conduzione ai nostri figli Simone e Lia, che hanno già dimostrato di poter gestire in futuro l’intero processo organizzativo e produttivo dell’azienda». I progetti immediati sono rivolti a rimodulare l’immagine aziendale con il parziale restyling delle etichette e la valorizzazione del marchio. Castello di Querceto rappresenta sì una realtà storica del Chianti Classico, ma anche una bella dimostrazione del terroir che si esprime anche in vini a denominazione di origine e a Igt Toscana di grande qualità da uve Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot, Petit Verdot e Syrah. www.castellodiquerceto.it
Castello di Querceto
Alessandro François e Maria Antonietta Corsi

Il Picchio, Chianti Classico Gran Selezione Docg 2015
Vino faro della linea Chianti Classico, nel quale l’azienda è impegnata da sempre al suo miglioramento qualitativo e dove è fondamentale il ruolo del Sangiovese con una piccola percentuale di complementari autoctoni


Cignale, Toscana Igt 2013
Rosso straordinario che ha bisogno di tempo per poter essere gustato piacevolmente. Nuova annata basata sempre sul binomio Cabernet-Merlot (80+20%) con una maturazione in legno di 18 mesi e un lungo affinamento in bottiglia


Querceto Romantic, Toscana Igt 2011
È il vino “voluto” da Maria Antonietta Corsi, prodotto solo nelle migliori annate (fino ad oggi 2009-2011-2013) da uve Petit Verdot, Merlot e Syrah e imbottigliato dopo un affinamento di 3 anni in legno