Mezzacorona
Trentino

I grandi classici di montagna

È una delle più antiche Cantine cooperative d’Italia e dal 1904 è cresciuta tanto da riunire attualmente 1600 soci che coltivano 2.800 ettari di vigneti: è Mezzacorona. Questa esemplare realtà trentina ha fatto entrare innumerevoli consumatori a contatto con la viticoltura di un’area di montagna felicemente rappresentata da vini ormai divenuti grandi classici. Chardonnay, Pinot grigio, Gewürztraminer, Teroldego Rotaliano e Lagrein sono le principali varietà che contraddistinguono la produzione di Mezzacorona, ma le etichette sono estremamente variegate anche grazie a una straordinaria ricchezza pedologica e climatica. Dalla Piana Rotaliana alle alture della Val di Cembra, dalla Valle dell’Adige a quella dei laghi: ogni vitigno trova collocazione nell’ambiente più consono. Alla base di un successo così duraturo non può mancare il costante aggiornamento tramite l’uso di tecnologie di ultima generazione, insieme alla lotta integrata e alla sostenibilità ambientale. Nella grande famiglia del gruppo è compresa anche la Casa spumantistica Rotari, il cui nome evoca immediatamente la preziosa produzione di spumanti Trentodoc complessi, eleganti e raffinati. www.mezzacorona.it
Mezzacorona
Luca Rigotti, presidente

Rotari - Flavio, Brut Riserva Trentodoc 2010
Questo spumante Metodo Classico ottenuto da uve Chardonnay coltivate ai piedi delle Dolomiti è intenso, fresco, fruttato e dal carattere determinato, come quello del re longobardo a cui è dedicato


Castel Firmian, Pinot grigio Trentino Riserva Doc 2017
Emblema della linea prestige, è un vino in armonia tra le note di frutta matura date dalla maturazione in barrique e la fragrante freschezza tipica del Pinot grigio trentino conosciuto anche come Ruländer


Nos, Teroldego Rotaliano Riserva Doc 2012
Da uve Teroldego raccolte nei migliori vigneti della Piana Rotaliana, prodotto in limited edition e solo nelle annate eccellenti, Nos rappresenta il vertice della piramide di qualità di Mezzacorona